Il posizionamento seo non esiste senza contenuti

 

Oggi voglio parlare di un fenomeno che in molti casi è relegato sullo sfondo anche se Google ci dice che è “ The King “. Il contenuto, o più specificamente l’importanza critica della pubblicazione frequente di contenuti, parola di consulente sulla seo. Parliamo di posizionamento (parliamo di contenuti)

La lunga strada e la breve strada

Essere nella Top 10 di Google è vitale, è l’unica cosa che ti renderà visibile e che renderà i tuoi contenuti leggibili, beh, anche una community attiva su Twitter può portarti traffico ma non è mai paragonabile al traffico organico dei motori di ricerca .

La via breve (o il modo più veloce per posizionare il tuo blog)

La Seo è l’uso di tecniche per scalare posizioni in Google, non è vero? Allora perché non usarli? Link Buiding è un universo meraviglioso da scoprire: fai tutti gli scambi di link che puoi con altri blogger, perché qualcosa è la sezione “ Blogroll ” Perché altro? quindi usa il tuo blogroll e riempilo con scambi di link, così come farai scambi saranno collegamenti reciproci, prima di tutto la compagnia.

Dai la registrazione al tuo blog nelle directory più suonate, finalmente e diciamo che queste directory funzionano da molti anni e hanno un grande prestigio contro Google.

Usa lettere in grassetto ma usale con forza, senza mezzitoni, se il tuo articolo parla dei “Social Media”, quindi sottolinea la parola le 15 volte che arriva nel post, inoltre non dimenticare di inserirlo in H1 (Titolo o URL) e H2 (sottotitolo principale) in modo che Google sia chiaro Di cosa stai parlando?

La lunga strada (E ora è il momento di scrivere?)

Un blog arriva lentamente a salire posizioni, quando hai qualche mese con il tuo blog Google non sa chi sei e semplicemente sapere che esisti, guadagnare la tua fiducia giorno dopo giorno. Come? Pubblicare il più spesso possibile, dando contenuto e scrittura originali sempre tenendo conto della pagina Seo On.

La scrittura è la migliore arma di posizionamento Seo è solo un insieme di tecniche per alterare la credibilità che abbiamo negli occhi di Google artificialmente. Ricordo una frase che ho letto qualche tempo fa in un blog, di cui non ricordo il nome, ma che ha detto qualcosa che ho trovato divertente e interessante: “Puoi imbrogliare tua moglie, ma non puoi imbrogliare Google”.

Questa frase ha effettivamente sfumature. Puoi imbrogliare Google, perché è stato inventato quel Black Hat, Black Hat o Black SEO, ma la domanda non è questa, ma per quanto tempo posso mantenere quell’inganno? l’algoritmo evolve ad una velocità vorace.

In conclusione, se non conosci abbastanza il posizionamento prova a non farlo in nessuna delle sue forme, nel titolo sopra “La via breve” sono descritte alcune delle pratiche più comuni. i blogger principianti e allo stesso tempo i più dannosi per il tuo blog.

Consulente SEO: UN RUOLO IMPORTANTE

I collegamenti non dovrebbero trovarsi in Blogroll questo è il modo più innaturale per collocarli, dovrebbero essere nel post che abbiamo scritto www.francodane.it. Gli scambi di collegamenti non sono consigliabili e meno ora dopo “del Pinguino”, un collegamento reciproco ha appena forza è meglio farlo in modo incrociato (nei prossimi post). Le directory non sono più quelle che erano ora Google ha diluito la sua forza e non importa se ci sono o meno (Se mi vedi nella barra destra del mio blog ho il logo di una directory, ma la ragione non è il posizionamento che può darmi, ma altri che dirò dopo), se vuoi puoi richiedere una consulenza sul mio sito personale

 

 

Pubblicato in News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *