Infortuni Nei Bambini: La Campagna Mani Sicure Per Prevenirli

Sono gli ambienti protetti della casa, della scuola o dove trascorrere il tempo libero a trasformarsi nelle sedi più frequenti di infortuni tra i bambini. Dal 1° gennaio 2017 sono entrate in vigore le nuove norme sull’omologazione dei seggiolini auto. Secondo uno studio del’Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica, il 60% dei genitori italiani non utilizza il seggiolino in auto per il proprio figlio. A partire da tale fenomeno nasce la campagna “Mani Sicure”, promossa da parte del Gruppo di studio per la prevenzione degli infortuni alla mano della Società italiana di chirurgia della mano (SICM). La maggior parte degli infortuni che interessano i bambini avviene tra le mura di casa o nelle aule di scuola. Gli esperti credono che esso sarà utile ai bambini per imparare a percepire attraverso i disegni i pericoli più comuni che potrebbero incontrare a scuola o a casa, in un ambiente di gioco o di pratica dello sport. Appositamente per i bambini è stato preparato un pieghevole a fumetti, che porta il titolo di “Colora e impara a riconoscere i pericoli”, all’interno del quale vengono illustrati gli strumenti e le situazioni di maggior rischio per le mani. Il consiglio di amministrazione di Gavi ha accettato di consentire ai paesi di richiedere un nuovo sostegno per i vaccini in qualsiasi momento durante la transizione.

GAVI fornisca un supporto tecnico mirato per affrontare le sfide specifiche che i paesi potrebbero incontrare dopo la transizione. Il nostro approccio di transizione è un tentativo senza precedenti di supportare sistematicamente i paesi con economie in crescita a prendere piena responsabilità dei loro programmi di immunizzazione. Tra il 2016 e il 2020, si prevede che almeno 20 paesi supportati da Gavi assumeranno il pieno controllo dei loro programmi di immunizzazione, senza il sostegno finanziario di Gavi. La maggior parte di questi paesi sono si stanno preparando per finanziare completamente i loro programmi di immunizzazione e sostenere i progressi che hanno fatto dal 2000, quando fu creato Gavi. Gavi, l’Alleanza per i Vaccini Gavi, the Vaccine Alliance, è una partnership pubblico-privata la cui missione è salvare la vita dei bambini e proteggere la salute delle persone promuovendo l’accesso equo all’immunizzazione nei paesi a basso reddito. Questo vaccino è sicuro, efficace e può offrire una protezione a lungo termine”, ha affermato il dott. Seth Berkley, CEO di Gavi, the Vaccine Alliance. Voglio elogiare lo spirito di questa riunione del Consiglio,” ha dichiarato il dott. Ngozi Okonjo-Iweala. La sostenibilità è al centro del modello Gavi”, ha affermato il dott. Berkley. Questa malattia è stata da tempo debellata nella maggior parte delle nazioni industrializzate, ma è ancora una grave minaccia nei paesi in via di sviluppo, nei quali si verifica la stragrande maggioranza dei decessi.

Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile. Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Le parti del corpo più interessate dagli incidenti sono le mani, complici le forbici, le posate, i cassetti o gli sportelli che si chiudono inavvertitamente, la pratica di uno sport o altri oggetti taglienti. Alessio Pitidis, responsabile di Siniaca, ha evidenziato le maggiori cause di infortuni e traumi alle mani: schiacciamenti, cadute, ustioni e ferite provocate da oggetti taglienti. Vi sarà inoltre un opuscolo rivolto agli adulti, che spiegherà loro come intervenire in caso di infortuni che interessino i più piccoli, al fine di poter intervenire prontamente sui traumi alle mani. La Strategia di Investimento sui Vaccini (VIS) di Gavi è un processo di valutazione basato su chiare evidenze scientifiche volto ad assicurare la priorità di introdurre nuovi vaccini per supportare ulteriormente i paesi bisognosi di assistenza.

  • Il Mio Bambino Continuerà a Soffrire di Mal d’Auto per Tutta la Vita
  • Evitare ristagni d’acqua in giardino o sul terrazzo
  • Ruote in gomma
  • In montagna con i bambini servono cento occhi

Grazie all’approvazione da parte del consiglio di amministrazione di Gavi di un piano di supporto ai vaccini contro la febbre tifoide (TCV), milioni di bambini nei paesi più poveri saranno presto protetti da questa malattia. La febbre tifoide, che colpisce interi paesi, comunità e famiglie, rappresenta una grave minaccia per i bambini nelle nazioni più povere”, ha dichiarato il dottor Ngozi Okonjo-Iweala, Presidente del consiglio di amministrazione di Gavi. La crescente diffusione di ceppi di tifo resistenti ai farmaci è una grave minaccia, non soltanto per le persone, ma anche per i nostri sforzi nel controllare la malattia, e ci impone di dare priorità alle strategie di prevenzione. In alcuni casi vi possono essere esiti anche gravi, come la perdita della funzionalità di una mano o di un dito. Questo fa seguito alla recente raccomandazione del gruppo di esperti di immunizzazione strategica (SAGE) dell’OMS, secondo cui i vaccini contro il tifo dovrebbero essere introdotti nei paesi endemici per tutti i bambini di età superiore ai sei mesi. Tuttavia, il Consiglio di amministrazione di Gavi ha riconosciuto che un numero limitato di paesi sta ancora affrontando sfide più significative.