Quindi La Macchina Caffè compatibile Nespresso Migliore In Breve Non Esiste

Tra i pro delle macchine con capsule dobbiamo annoverare quindi la facilità d’uso, il fatto che offrano alcune il caffè buono come quello del bar oltre ad essere pratiche e pulite. miglior caffè Di contro abbiamo che una volta scelta la macchina da caffè, siamo obbligati ad un certo tipo di capsula compatibile Nespresso, sono pochi e rari i casi in cui è possibile trovare capsule compatibili. Inoltre le capsule non sono riciclabili e il consumo aumenta di anno in anno. Come hai avuto modo di vedere fino ad ora le macchine per fare espresso non sono tutte uguali. Ne esistono di ogni misura e con tante caratteristiche diverse. Difficile stabilirne un prezzo generale, ma si può fare qualcosa di simile dividendo le macchine per categoria. I prezzi e offerte macchine manuali ad esempio sono generalmente più bassi di tutti. Il prezzo di una buona macchina manuale si aggira attorno alle 80 euro, ma si può trovare anche qualcosa di meglio. Ci sono poi le macchine manuali che possono erogare solo da quello in polvere e le macchine che fanno utilizzo delle cialde ESE.

  • Difficoltà: bassa
  • Problemi epatici
  • Puntate alle gare di barista e volete stupire i vostri clienti
  • Rendere capaci di resistere a qualsiasi tipologia di stress
  • Gelato al caffè al Bimby
  • GENERE: Drammatico
  • Gaggia RI9403/11 Classic
  • Promettono perdite di peso notturne, legate a creme o indumenti speciali

Come e quando si è diffuso il caffè in Europa? Le origini del caffè: quando e dove è stato scoperto? A poco a poco l’usanza di utilizzare le bacche di caffè come cibo energetico si diffuse sempre di più tra la gente del luogo la quale imparò a crearne una bevanda. Dall’Etiopia l’uso del caffè si diffuse nelle zone limitrofe. La prima piantagione di caffè sorse nello Yemen dopodiché la coltivazione si diffuse progressivamente anche in Arabia e in Egitto dove il caffè come bevanda divenne ben presto una vera e propria abitudine. Come e quando si è diffuso il caffè in Europa? Il caffè oltre essere utilizzato come una bevanda aveva un ruolo importante anche nel campo medico e anche per questo motivo il suo prezzo era piuttosto elevato. Il caffè, dal diavolo…all’acqua santa! Non a caso Venezia fu la prima città italiana a conoscere il caffè e ad avere spazi pubblici dove poter gustare questa bevanda. Successivamente Venezia divenne un importante punto di riferimento per mercanti non solo italiani , ma anche provenienti da altri Paesi dell’Europa centro-settentrionale. Una volta scoperto il suo potenziale economico nacquero le prime “botteghe del caffè”.Poche persone rinuncerebbero alla propria dose di caffè e alla conseguente iniezione di energia che ne deriva. Ma la “tazzulella ‘e cafè” fornisce anche altri benefici, secondo quanto dimostrato dall’American Chemical Society in un video della serie “Reactions. Everyday Chemistry”, ripreso dal Washington Post. Nel video si dice che circa il 30 per cento delle persone sentono l’esigenza di andare in bagno dopo il caffè della mattina e spiega anche il perchè. Non è solo “merito” della caffeina, spiega il video: un bicchiere di Soda non ha lo stesso effetto lassativo del caffè, anche decaffeinato. Secondo gli scienziati, il caffè stimula il colon distale, favorendo così la peristalsi, cioè il movimento delle pareti intestinali con conseguente espulsione delle feci. La chiave di tutto ciò potrebbe essere l’acidità del caffè, il quale contiene un elemento chiamato acido clorogenico che contribuisce ad aumentare i livelli acidi nello stomaco e la produzione dell’acido gastrico. Il caffè potrebbe anche stimolare il rilascio degli ormoni che aiutano la digestione, “velocizzando” quindi i movimenti dello stomaco. Il caffè è una droga estremamente diffusa, non solo perché da esso si ricava l’omonima e famosa bevanda, ma poiché contiene un principio attivo detto caffeina (1,3,7-trimetilxantina) molto utilizzato in prodotti di vario genere. Nota: per droga si intende una “pianta o parte di pianta utilizzata direttamente, allo stato fresco o essiccato, per estrarne i princìpi attivi a scopo principalmente terapeutico (può essere destinata anche all’industria dei liquori o dei profumi)”. La caffeina è un alcaloide che, assunto per via interna, esercita una discreta funzione nervina (che interagisce sul sistema nervoso), quindi psicotropa (che ha un effetto sulle funzioni psichiche, nello specifico tende a migliorare il livello di attenzione). La caffeina ha anche un effetto cardio-circolatorio, agendo prevalentemente come vasodilatatore e accelerando il ritmo del cuore. Inoltre, sembra che questa metilxantina possa influire sul metabolismo lipidico, incrementando il rilascio di acidi grassi da parte delle cellule adipose. Ha anche una spiccata funzione diuretica. La caffeina, appartenente alla classe degli alcaloidi, ha proprietà eccitanti sul sistema nervoso centrale; stimola infatti la veglia e, per le sue capacità di migliorare la reattività muscolare, viene spesso chiamata “il doping dei poveri”. La caffeina è contenuta in prodotti erboristici, dietetici, cosmetici e farmaceutici. Viene spesso utilizzata a uso topico per le sue capacità dimagranti e anticellulite; in particolare, questa metilxantina esercita una funzione termogena, cioè stimolante la mobilitazione dei grassi dal tessuto adiposo e la successiva ossidazione. La caffeina è presente anche in prodotti drenanti e contro la ritenzione idrica. In campo farmaceutico, la caffeina è un ingrediente molto utilizzato; rientra spesso nella composizione di farmaci importanti come, per esempio, gli antiemicranici.

Kiss Caffè, l’Outlet delle offerte su Cialde e Capsule! Kiss Caffè è una rete in Franchising di cialde caffè e capsule, con numerosi negozi, distribuiti in tutta Europa. KissCaffè è anche il negozio online con le migliori offerte cialde caffè e capsule di eccellente produzione Italiana, con un prezzo da Outlet. KissCaffè vanta una rete di vendita all’avanguardia, perchè gestita da professionisti del franchising, con esperienza pluriennale. KissCaffè rientra in un gruppo di negozi specializzati, in vari settori, come ad esempio quello della Sigaretta Elettronica con Smookiss Planet o come quello dei Gioielli con il marchio Smilekiss. KissCaffè è un marchio di proprietà Domus Maximus, depositato in Italia, presso U.I.B.M. ° TO2014C001342 e con registrazione verbale al n°TO2014C001343. KissCaffè è anche un Ingrosso Cialde per caffè, ideale per chi ha già un’attività prevalente e vuole inserire nel suo negozio, un Corner per Macchine e Cialde Caffè. Visiona le nostre Offerte Cialde Caffè, saremo felici di stupirti, per la Qualità e soprattutto per il Prezzo delle nostre Cialde e Capsule. Il caffè è una fra le bevande più consumate in tutto il pianeta. Una sferzata di energia e di fresco: per tutti noi che adoriamo il caffè ma che con le temperature estive soffriamo un po’ a prendere il classico espresso la creatività in cucina ci aiuta con diverse soluzioni. Shakerato, a granita, gelato ma soprattutto, per i golosi, la crema di caffè fredda. Farla in casa è facilissimo e permette di perfezionare i sapori per ottenere la giusta proporzione di dolcezza e cremosità: il punto di partenza è naturalmente un ottimo caffè, come quello delle nostre macchine da caffè superautomatiche. Ecco come fare, con qualche piccolo trucco! Metti in frigo una ciotola adatta anche al freezer, prepara il caffè e zuccheralo. Se chi gusterà la crema lo preferisce amaro va benissimo anche non zuccherarlo. Lascialo raffreddare, versalo nella ciotola e mettilo in freezer per una decina di minuti. Dopo i dieci minuti tiralo fuori, aggiungi la panna presa dal frigo, mescola per bene e monta il tutto con le fruste, senza preoccuparti se la panna non si monta completamente: dev’essere cremosa. Resisti alla tentazione di mangiarla così com’è e metti il composto in freezer per almeno due ore, mescolandola ogni venti minuti circa.

Se assunta in dosi moderate la caffeina ha effetti benefici stimolanti sull’organismo umano: aumenta la capacità di concentrazione, la memoria e strano a dirsi, anche lo stato dell’umore. La caffeina ha proprietà stimolanti che agiscono sul sistema nervoso ritardando la sensazione di fatica. Per questo motivo è chiamata droga ed è utilizzata, insieme ad altre sostanze con caratteristiche simili, nella composizione di bevande energetiche. Secondo gli esperti il consumo ottimale di caffeina al giorno è stimato attorno ai 200-300 mg, pari quindi a 3, 4 tazzine in 24 ore. Le qualità attualmente commercializzate sono due: Coffea Canephora e Coffea arabica. Si narra che le proprietà stimolanti del caffè siano state scoperte per la prima volta da un pastore dello Yemen. Egli osservò lo strano comportamento eccitato ed irrequieto delle sue pecore subito dopo averne consumato le bacche. Partendo sempre dal presupposto che è sempre meglio non esagerare, gli esperti suggeriscono di fissare il limite massimo di caffè nel numero di 4 tazzine al giorno. Pressione della pompa: 15 bar. Funzioni aggiuntive: Sistema cappuccino integrato, filtro Crema e altri due filtri inclusi nella confezione, compatibile sia con cialde multimarca che con il caffè macinato. Di seguito le offerte con il prezzo più basso su Amazon. La Didiesse Frog si distingue per tutta una serie di aspetti dalle altre macchine da caffè con le cialde di fascia media. La sua praticità è evidente fin dal design. Con un’interfaccia a pulsanti, immediata e maneggevole, la Didiesse Frog semplifica enormemente tutte le operazioni per preparare degli ottimi caffè. Praticità e massima funzionalità sono le parole chiave che meglio descrivono questo dispositivo. Se cerchiamo una macchina per il caffè superaccessoriata, che “sforni” anche cioccolate calde, tè e altre bevande, ovviamente andremo incontro a una delusione. Esiste anche una variante con cappuccinatore integrato, ma nella versione base, la Didiesse Frog eroga solo caffè in cialde ESE. Questo “limite”, tuttavia, è anche la sua forza. Anziché perdersi in troppe specifiche aggiuntive, le sue caratteristiche tecniche sono focalizzare su un unico obiettivo; erogare un caffè di qualità eccelsa.

Passeggini fino a 25 kg di peso

Adatto per bambini dai sei mesi di età e supporta senza problemi fino a 25 kg di peso. Ideale per bambini dai 3 anni in su, è un modello molto fresco in rosso. E per quanto riguarda il lavaggio… Molto vero quello che mi hanno detto: un po’ d’ acqua e sapone neutro, e risolto. In terzo luogo, riflettere attentamente sulle opzioni. In decimo luogo, siete pregati di informarvi sul tipo di garanzia offerta dall’ impresa e anche dalla struttura www.miobimbo.it.

Può essere utilizzato come letto, culla in auto miobimbo . La sedia Muum de Jané è considerata facile da guidare, in quanto è definita come una sedia leggera, compatta e versatile con grande capacità di movimento.

Si tratta di uno sviluppo importante, quindi vi parlerò più avanti. Coloro che non hanno molto tempo per andare a fare shopping possono trovare in questa directory informazioni sui negozi fisici e negozi online, per fare acquisti attraverso Internet. Nella categoria Passeggini troverete 1 prodotto del marchio Bambisol, uno dei migliori marchi di puericultura e settore bambini che giorno dopo giorno ci sorprendono con prodotti di alta qualità. Il telaio, con chiusura ad ombrello, è compatto, si chiude con una mano ed è in grado di stare da solo.

Il cestino porta tutto è di grandi dimensioni per contenere un sacco di cose, oltre ad avere un coperchio in tessuto a rete che si chiude attraverso una cerniera lampo.

Sapevate che quasi tutte le sedie a rotelle e i carrelli hanno il rivestimento facilmente asportabile per il lavaggio?

Questa sedia ha la versione Plus, che consiste della navicella rigida e del hammock fisso. potete vedere entrambi qui. La culla è morbida e pieghevole.

Ora, quasi sette anni dopo, questo modello migliorato ha nuove caratteristiche. Il prezzo dei passeggini Stokke è molto vario, in quanto ognuno ha le proprie caratteristiche specifiche. Vi mostriamo alcuni passeggini giocattolo bambola. Una lunga passeggiata o corsa che mamme e papà hanno sono un sacco di guardare avanti da un bambino che non riesce a trovare camminare così divertente, ma possono godere di una passeggiata rilassante. Questi passeggini si adattano ai bambini più grandi, che è ideale per voi. In generale, i tessuti dei passeggini Bebecar sono selezionati e curati.

 

Gli Stokke Strollers hanno una copertura anti pioggia, che crea un nido di protezione contro il vento e la neve. Questi passeggini e passeggini sono senza tempo. Entrambi possono essere utilizzati dalla nascita a 17 kg, reclinare alla posizione orizzontale e sono reversibili: possono essere posizionati rivolti in avanti o all’ indietro.

 

Pulizia: è possibile mantenere il passeggino sempre impeccabile in quanto è possibile rimuovere i tessuti da pulire con maggiore libertà. Navetta ELITE può essere utilizzato ovunque! Ho bisogno di un passeggino e un seggiolino auto adattativo per

Come gestire i capelli ricci

I capelli ricci possono consentire alle donne di avere dei look eccellenti. Si pensa spesso che il trattamento delle chiome ricce sia difficilissimo da fare. Sicuramente i ricci sono più difficili da gestire rispetto alle chiome lisce, per questo è utile capire come gestire i capelli ricci.

Vediamo di seguito alcuni consigli che possono tornare utili per gestire al meglio la propria chioma e per poter avere dei ricci perfetti da mostrare a tutti.

  1. Non usare la spazzola

Il primo consiglio per avere dei capelli ricci perfetti è di evitare l’uso della spazzola. La spazzola è uno strumento perfetto per trattare i capelli lisci, mentre su una chioma riccia porta ad avere un effetto crespo.

Per evitare di rovinare la chioma riccia si consiglia di preferire alla spazzola un pettine a denti larghi.

2. Scegliere una federa in raso o in seta

La maggior parte delle federe sono realizzate in cotone. Si è visto però che sarebbe meglio scegliere delle federe in raso o in seta per il proprio riposo notturno.

3. Fare attenzione al meteo

Nei giorni piovosi e con molta umidità lasciare la chioma sciolta potrebbe essere un grosso rischio, perché i ricci potrebbero sgonfiarsi. Le strategie che si possono adottare per proteggere i capelli ricci sono due: decidere di legare la propria chioma, oppure scegliete di indossare un cappello alla moda per proteggere i ricci.

4. Evitare l’uso della piastra

La piastra è uno strumento molto diffuso per la realizzazione di look perfetti. Nel caso del capello riccio, il consiglio è di evitare l’impiego della piastra, perchè essa potrebbe rovinare i ricci. Avere dei bei ricci naturali è una grande fortuna e sarebbe un peccato non sfruttarla al meglio.

5. Usare shampoo e balsamo specifici

I prodotti per la cura dei capelli sono numerosi. Svariate aziende sono impegnate nella realizzazione di shampoo e balsami con caratteristiche diverse.

Il nostro consiglio è di optare per prodotti specifici per capelli ricci, che possano garantire il benessere del riccio naturale, senza correre il rischio di danneggiarlo.

6. Evitare l’asciugamano

Nella stragrande maggioranza dei casi si impiega l’asciugamano per fare la prima asciugatura della chioma dopo il lavaggio. Per asciugare in modo più delicato i ricci, il nostro consiglio è di evitare l’asciugamano e di preferire ad essa una normale t-shirt. È stato visto infatti che la maglietta è in grado di assorbire meno acqua e di rovinare meno la chioma, contribuendo a mantenere i ricci.

asilo nido torino lavora con noi

asilo nido torino lavora con noiTrovare una scuola dell’infanzia adatta per i nostri bambini non è un compito facile. In effetti, scegliere può diventare un compito stressante per la maggior parte delle madri. Pagare la giusta retta per l’asilo nido è un processo in cui devi essere molto esigente e attenta. Se vuoi lavorare in un asilo nido a torino o il tuo programma di lavoro non è compatibile con la cura del tuo bambino, o hai bisogno di aiuto extra Trovare l’educatore ideale che si prende cura del tuo piccolo è fondamentale. Ti diamo i consigli per scegliere bene.

La cosa principale è trovare educatori  che ti ispirano con totale fiducia. Affidare a persone sconosciute il proprio bambino dovrebbe essere fatto con tutte le garanzie.Dove trovare un asilo nido con dei buoni educatori

Dedica abbastanza tempo per trovare il l’asilo giusto. Devi assicurarti che la persona sia un educatore di fiducia e qualificato . Soprattutto, non correre.

Per trovare un educatore dell’asilo nido adatto, prima chiedi alle persone intorno a te. Non scartare visitando gli asili nella tua zona nel caso in cui conosci un professionista che ha lavorato lì e chi è ora alla ricerca di un lavoro.

Un’altra opzione è quella di mettere un annuncio su Internet. Ci sono diverse piattaforme per trovare bambinaie.

Come trovare l’asilo nido ideale

Quando hai diversi candidati, il passo successivo per scegliere un giardino di infanzia è visitarlo di persona. Assicurati che tuo figlio sia presente alle riunioni per vedere come interagiscono. Una brava baby sitter saprà come comportarsi in modo naturale quando incontra il bambino .

Per avere più fiducia, quando scegli il professionista giusto, tieni a mente diversi requisiti. La tata ideale ha esperienza e riferimenti da precedenti famiglie o centri per bambini in cui ha precedentemente lavorato.

Controlla sempre i riferimenti prima di assumere un caregiver. Chiama i tuoi precedenti datori di lavoro e conferma che sei stato dimesso chiedendo il tuo documento sulla vita lavorativa.

Scegliere il giardino di infanzia giusto non è facile

È conveniente stabilire un periodo di prova al momento dell’iscrizione all’asilo nido.

Durante i primi giorni cerca di essere a casa. In questo modo, sarà più facile adattare il bambino che lasci alle tue cure. Anche se sei presente, deve essere lei che assume i compiti progressivamente. Puoi iniziare con il biberon, il pannolino o andare al parco con te e il piccolo.

Mentre il bambino diventa più sicuro nell’asilo nido, cerca di lasciarlo soli più a lungo. Dopo un paio di settimane di adattamento, vedi come reagisce tuo figlio con l’asilo . Per me è normale piangere i primi giorni. Tuttavia, se dopo alcune settimane, il bambino diventa nervoso o piange inconsolabilmente, vale la pena valutare la situazione.

Se, d’altra parte, il bambino è felice quando esci di casa e quando arrivi lo vedi calmo, vorrà dire hai scelto l’asilo nido giusto.

E-commerce SEO: L’Analisi E La Ricerca Delle Parole Chiave

posizionamento locale

Quali parole gli utenti web cercano di più nel nostro ecommerce? E come dice anche seogarden E per quali di esse vogliamo essere trovati?

La ricerca delle parole chiave è l’operazione fondamentale per iniziare un intervento di ottimizzazione SEO. Ottimizzare un sito, infatti, significa individuare le parole chiave per le quali intendiamo posizionarlo su Google, e di seguito calibrare contenuti e codice su quell’obiettivo specifico. Cercare le parole chiave richiede da un lato consapevolezza del mercato di riferimento e degli obiettivi aziendali, dall’altro semplicemente un buon uso dei tool disponibili, gratis o a pagamento, sul web.

L’obiettivo è capire cosa cerca il nostro target e soprattutto in che modo effettua la ricerca, con la finalità di inserirci in quello spazio libero tra domanda e risposta. Come cercare parole chiave? Quando l’utente medio del web cerca qualcosa, in genere si rivolge a Google digitando una stringa di testo nel motore di ricerca. Non tutti gli utenti, però, sono uguali, perchè le ricerche sono differenti ed il grado di consapevolezza degli utenti differente. Ci sono utenti che già sanno esattamente cosa vogliono, ed utenti che invece interrogano il motore per avere informazioni, quindi per orientarsi.penalizzazioni seoSe dal tuo sito linki siti esclusi dalle SERP di google magari per spam il tuo sito non ne gioverà di sicuro. Soluzione: Quindi se nel tuo sito ci sono i commenti blocca i link di spam o impedisci proprio di inserire link nei commenti del tuo sito che sono il modo preferito degli spammer. Ovviamente anche se vieni contattato da qualcuno che ti offre soldi per linkare il suo sito e vedi che si tratta di un sito di spam o comunque un sito di poco valore evita accuratamente. Anche quando linki un sito di valore dopo anni potrebbero essere scaduto il dominio ed essere stato acquistato da qualche spammer in questo caso rimuovi il link dal tuo sito. Se sei un amante del copia incolla non farlo non solo per una questione etica ma anche perché i contenuti duplicati sono motivi di penalizzazione. Soluzione: Non copiare anche quando scrivi i tuoi articoli ti consiglio di non pubblicarli su più siti web ma su uno solo. Se il tuo sito spesso non e’raggiungibile(o e’ lentissimo) non verrà visto di buon occhio da google. Soluzione: Scegli uno spazio web di qualità e che garantisca un buon uptime e una buona velocità di cari mento. Se il tuo sito ha avuto un grosso aumento di visitatori valuta un upgrade del tuo spazio web o il passaggio ad un server dedicato. Molte di queste penalizzazioni sono dovute a delle tecniche di SEO non corrette quindi il modo migliore per evitarle e’ evitare di fare i furbi e scrivere contenuti di qualità. Purtroppo non esiste una soluzione che in 5 minuti ci faccia scalare le classifiche di google senza fare alcuna fatica.

Non bisogna dimenticare, poi, che i quality raters – esseri umani che analizzano il web – si basano su linee guida molto specifiche per assegnare un punteggio di qualità al tuo sito. In tal senso, dunque, content is the king. In presenza di penalizzazioni legate al contenuto, quindi, occorre rivedere l’intera struttura del sito e migliorare i testi, cercando di individuare, innanzitutto, le pagine maggiormente penalizzate o a rischio. Una delle tecniche di posizionamento SEO (www.francodane.it) più utilizzate ha a che fare con i backlink, ovvero con i link in entrata. Penguin colpisce proprio i siti web che hanno fatto uso di backlink estrema, acquistando link di bassa qualità o adoperando anchor secche o esatte. Il link building, inoltre, dovrebbe essere graduale e il più possibile naturale, evitando di acquistare o scambiare link. Per evitare penalizzazioni legate ai link in entrata, si potrebbe per esempio far ricorso al digital PR che mira ad ottenere link spontanei e attinenti al tema e alla natura del sito semplicemente facendo promozione. A questo punto in alto a destra dovreste cliccare sulla scritta “Link”: vi si dovrebbe aprire una finestra con il “Link” alla Mappa e il “Codice HTML” da incorporare all’interno di una Pagina Web. PRATICARE IL SOCIAL MAPPING. Questo permetterebbe un rafforzamento della vostra immagine a tutto vantaggio del Posizionamento Locale. POPOLARITÀ ED ANZIANITÀ. Come per il Posizionamento Naturale, anche qui, per il Posizionamento Locale, sembra avere molta importanza la Popolarità e l’Anzianità del Sito. LE RECENSIONI AUTOREVOLI. Abbiate a cuore le recensioni, sia quelle che gli utenti possono lasciare direttamente sul Google Business Center riguardo alla vostra Attività, sia quelle che Google reperirebbe da fonti esterne. Una buona reputazione non guasta mai! IL CONCETTO DI CONSISTENZA. LA LOCATION PROMINENCE. La Location Prominence è l’indicatore del Ranking nel campo del Posizionamento Locale – una sorta di PageRank. Essa dipende da diversi fattori come, tanto per citarne uno, la vicinanza col luogo specifico di ricerca. Voi la potete aumentare grazie alle “Citazioni” nei confronti della vostra Attività; citazioni, però, che debbono provenire da fonti autorevoli (Pagine Gialle e portali di settore). Inoltre è importante anche il “numero” delle Citazioni che si ricevono e il “linguaggio” con il quale queste vengono scritte: più il linguaggio sarà specifico, più la Citazione sarà considerata da Google autorevole.

Naturalmente l’anagrafica completa della vostra attività sarà meglio inserirla nel “footer” del vostro Sito, perché è proprio il “footer” l’unico elemento del Sito a ripetersi identico in tutte le pagine (anche in un Sito Joomla). CREARE UNA MAPPA PUBBLICA E INSERIRLA NEL PROPRIO SITO JOOMLA. Sarebbe bene creare una Mappa Dinamica e Pubblica della vostra Attività anche nella sezione “Mie Mappe” di Google (sempre previa registrazione in GBC), per poi farla comparire all’interno della pagina “Dove siamo” del vostro Sito Joomla. La classica pagina “Dove Siamo” con una immagine statica in Jpg raffigurante l’ubicazione della vostra Attività, ha ormai fatto il suo tempo. Molto meglio una Mappa Dinamica presa dalle Mappe di Google. Farlo in Joomla è semplice, anche senza l’uso di Moduli o Componenti specifici. Fate così: create una Mappa Pubblica in Google dopo esservi registrati nel GBC. Dopo averla creata potrete visualizzarla in Google Maps cliccando su “Le mie Mappe”. Qui vi si aprirà una cartina contenente le informazioni della vostra Mappa Pubblica.

  • 1 Cosa fare per evitarlo
  • Perché effettuiamo campagne Pay per Click su Google
  • Link non funzionanti
  • Trust Folow
  • Un punteggio complessivo da 1 a 10 che riassume la bontà di quella pagina
  • SEO on page
  • 1# Fai un pò di stalking all’interno di queste community
  • Valore commerciale maggiore perchè indicano intenzioni più precise

Oltre alle tradizionali tecniche Seo specifiche per il Posizionamento tra i risultati Organici, esiste anche un altro tipo di Posizionamento che in questi ultimi tempi, soprattutto per alcune categorie di Siti (ad es. ’importanza rilevante: il Posizionamento Locale (Local SEO) o, se vogliamo, quello che deriva dalle ormai famose Google Maps. È dimostrato da ricerche statistiche che oltre il 30% degli Utenti di Google si ferma ai risultati prospettati dalle Google Maps (Local Search Box), a tutto svantaggio, quindi, dei cosiddetti Risultati Organici/Naturali. ISCRIZIONE NEL GOOGLE BUSINESS CENTER. La registrazione nel Google Business Center (GBC) non è un passo obbligato, anche perché Google attinge da molteplici database per stilare le Serp delle proprie Google Maps (vd. Tuttavia, registrarsi può aiutare ad accrescere le possibilità di comparire tra i risultati di ricerca locali forniti dalle Google Maps. Pur essendo ancora incerte le logiche che determinano il Posizionamento Locale, si pensa che questi dati abbiano una notevole influenza nel processo di Posizionamento tra le Mappe, soprattutto il Title e la Description. Ergo, inseriteli con grande cura!Accertiamoci di avere molte pagine che siano rilevanti rispetto ia termini ricercati e cerchiamo di ottenere link in ingresso al nostro sito migliori di quelli dei concorrenti. Sappiamo bene che i motori di ricerca non amano lo spam. Se scoprono che utilizziamo il cloaking, testo nascosto, doorway pages o altre tecniche di spam, molto probabimente il nostro sito sarà penalizzato. Azione richiesta: Rimuovere tutti gli elementi di spam dalle nostre pagine. Se non siamo stati ancora penalizzati, ciò non significa che da qui a poco i motori di ricerca non scoprano lo spam sul nostro sito. I motori di ricerca migliorano costantemente i loro algoritmi di ranking. Mentre alcune modifiche sono impercettibili, altri cambiamenti nell’algoritmo di ranking possono avere un impatto notevole sul posizionamento del nostro sito. Azione richiesta: Attendere alcuni giorni per verificare che non si tratti di una temporanea perdita di posizioni. Dopo di che ottimizzare le pagine web in modo che si adeguino al più recente algoritmo del motore di ricerca. La causa del peggioramento del nostro ranking potrebbe attribuirsi al nostro web server. Alcuni siti mostrano una pagina corretta nel browser ma il server riporta un codice di errore.